loading...

Bergamo, disabile chiede risarcimento a Ryanair: “Costretto a pagare un supplemento per la carrozzina”

Secondo il legale, è la compagnia a prevedere che i passeggeri con mobilità ridotta trasportino gratuitamente due attrezzature

c_2_articolo_3038150_upiimagepp

loading...

Un risarcimento di 150 euro è quanto richiesto dal tennista disabile pugliese Salvatore Caputo alla compagnia aerea Ryanair per avergli fatto pagare un supplemento di 27.50 euro per l’attrezzatura della carrozzina. L’11 settembre scorso, l’atleta si trovava all’aeroporto di Bergamo per prendere un volo diretto a Brindisi e, quando il personale si è accorto dell’eccesso di peso di 4 chili del suo bagaglio, ha voluto il supplemento, nonostante le lamentele di Caputo.

 L’atleta ha provato in tutti i modi a spiegare che l’eccesso di peso di 4 chili rispetto al limite consentito era dovuto alla presenza nel bagaglio dell’attrezzatura della carrozzina, tra cui le ruote di ricambio. Ma senza alcun successo.

“Nonostante i numerosi viaggi intrapresi durante la sua lunga carriera agonistica, non gli era mai accaduto di ricevere una simile pretesa”, ha riferito in una nota il suo legale, Stefano Gallotta, dell’associazione Codici Lecce, centro per i diritti del cittadino, come riporta Il Giorno.

Stando al difensore, è la stessa Ryanair sul suo sito a prevedere che “i passeggeri con mobilità ridotta hanno il diritto di trasportare gratuitamente due attrezzature per la mobilità”. Per questo, lo scorso 21 ottobre Gallotta ha inviato una lettera di costituzione di mora alla compagnia, chiedendo il rimborso di 150 euro.

Fonte: tgcom24.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *