loading...

Fabrizio Scippa: “Corona non mi ha pagato, siamo arrivati allo scontro fisico”

scippa-corona

loading...

A Domenica Live è intervenuto ospite l’ex collaboratore e consulente di marketing di Fabrizio Corona. Scippa ha raccontato di non essere stato regolarmente pagato nonché accusato di aver trattenuto denaro destinato a Nina Moric, fino ad arrivare allo scontro fisico con Corona. “Non è possibile che i soldi sequestrati provenissero solo dai proventi delle serate”, ha inoltre precisato, sui quasi 2 milioni di euro trovati dalla polizia.

 

Ospite a “Domenica Live”, è intervenuto Fabrizio Scippa, ex collaboratore di Fabrizio Corona che ha lavorato a strettissimo contatto per mesi con l’ex re dei paparazzi, nuovamente arrestato e incarcerato per intestazione fittizia di beni.

Scippa ha spiegato in cosa consisteva il suo lavoro per Corona, sostenendo che i quasi 2 milioni di euro nascosti in un controsoffitto non potevano essere semplicemente il ricavo dei pur tantissimi eventi di cui era stato ospite.

Ero un dipendente dell’Atena, facevo il consulente di marketing. Organizzavo tutte le richieste che arrivavano all’ufficio di Corona da novembre 2015. Abbiamo fatto una cosa come 500 eventi, quelle che in gergo chiamiamo “date”: non solo ospitate nei locali, ma anche passaggi più brevi nei lounge bar e in negozi di abbigliamento. Facevamo anche quelle che chiamiamo “macellerie”, eventi in quelle attività dove è difficile che ti arrivi il personaggio pubblico. Noi accettavamo anche quelle. Poi patteggiavamo il cachet in base al tipo di serata. Dei pagamenti non mi occupavo io, però posso spiegare una cosa: parte del compenso poteva essere dato in contanti al momento, poi l’amministrazione prendeva la responsabilità di postdatare le fatture. Posso, facendo due calcoli, dire con certezza – considerando che noi stessi venivamo spesso pagati in cash – che tutti quei 1,7 milioni di euro non possono essere soltanto i proventi delle serate.

“Corona mi accusò di aver preso soldi di Nina Moric, era stato lui”
Scippa è tornato anche sull’argomento, già trattato in un’intervista a Le Iene, delle multe prese per l’alta velocità in diverse serate, che Corona non gli ha mai rimborsato contravvenendo agli accordi.

Non sono mai stato autista di Fabrizio, ma spesso usavamo servizi di noleggio auto. Prendevamo multe in continuazione. Abbiamo litigato perché mi doveva dare parte del mio stipendio e quando gli ho chiesto di rimborsarmi almeno le multe siamo venuti alle mani, mi ha picchiato davanti a 12 dipendenti. La prima goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato quando mi ha accusato ingiustamente di aver trattenuto soldi che doveva a Nina Moric per una serata organizzata dall’Atena, che si era preso lui. Poi, con la storia delle multe, non ci siamo più parlati. Francesca Persi (la collaboratrice arrestata insieme a Corona, ndr)? La conoscevo bene, lei si è spesso confidata con me. Era una collaboratrice e la titolare dell’Atena, non mi permetto di dire che era la sua prestanome.

http://tv.fanpage.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *