loading...

La madre in overdose con la siringa in mano, ​in auto con lei c’è …

39be534000000578-0-image-a-59_1477503476898_rvrk6w-300x225

loading...

 
E’ stata trovata in overdose nella sua macchina, mentre il figlio di 10 mesi piangeva sul sedile posteriore. I fatti sono avvenuti sabato pomeriggio ad Hope, nello stato americano dell’Indiana. La polizia ha scoperto la 25enne Erika Hunt mentre era priva di sensi seduta davanti al volante della sua auto. Tra le mani la donna stringeva una siringa.

Dietro, il suo bambino in lacrime. La Hunt è stato poi rianimata e portata in un ospedale, dove è stata arrestata con l’accusa di abbandono di minori e il possesso di droga, secondo l’Associated Press.
La polizia ha scelto di diffondere le scioccanti immagini che ritraggono la donna sotto gli effetti delle droghe, “nel tentativo di portare all’attenzione di tutti il problema della tossicodipendenza di questo Paese che va via via peggiorando”, ha detto il maresciallo Matthew Tallent.

“Si tratta di una questione importante che deve essere affrontata. Ci sono troppi bambini piccoli che si ritrovano coinvolti in queste situazioni … E’ molto frustrante” ha spiegato John Lane il capo della polizia di Ohio East Liverpool a InsideEdition.com dopo che il suo dipartimento nel mese di settembre ha pubblicato le foto che di uomo e una donna, James Acord e Rhonda Pasek, in overdose da eroina in macchina, e dietro di loro, in silenzio sul seggiolino, un bimbo di quattro anni, nipote della donna. “Ci sentiamo di fare da portavoce ai bambini, questo bimbo non può parlare, ma nessuno dovrebbe ritrovarsi in una situazione simile con due genitori come questi – hanno spiegato gli agenti – ci dispiace se qualcuno si sentirà offeso da queste immagini, ma questo è quello che causa l’eroina e non vogliamo resti all’oscuro. Tutti devono sapere e cose come questa devono essere prevenute”.

 

Fonte: fanpage.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *