loading...

Le poltrone sono scomode, esponente del Pd sul piede di guerra

palazzo-vecchio

loading...

Le nuove poltrone del Salone dei Duecento a Palazzo Vecchio, destinate ai consiglieri comunali, sono molto scomode a tal punto che qualcuno sostiene vengano violate le norme per la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro. Chiuso per diversi mesi, il salone, inserito nel percorso museale, è oggetto di diverse critiche e in particolare la consigliera Stefania Collesei, della maggioranza Pd, chiede che vengano fatti subito nuovi interventi, perché “sono costretta ad una posizione scorretta, con la schiena piegata. Sono costretta ad innaturali torsioni del busto”.

L’esponente dem, che quindi fa parte del principale partito che sostiene la giunta guidata dal sindaco Dario Nardella, prosegue: “Penso si stiano violando le norme per la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro, considerato che una seduta in media dura 5-6 ore e talvolta tutta la giornata. Chiedo dunque che vengano presi provvedimenti correttivi immediati. Per intanto, rinuncio alla poltrona per una funzionale sedia pieghevole che mi consente di svolgere dignitosamente il mio ruolo”. Anche se in molti sostengono che è design delle nuove poltrone è di rilievo, tutti contestano che le stesse sono molto scomode e la consigliera Collesei, che guida questa particolare rivolta, è arrivata a portarsi una sedia pieghevole da casa.

Fonte: direttanews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *