loading...

Maschi a scuola con la gonna, la follia gender avanza nei college inglesi

loading...

La follia gender anvanza a grandi passi, anche all’interno dei più prestigiosi e storici college inglesi. Nelle ultime settimane, la Highgate School, uno fra i più facoltosi e ricercati istituti privati di Londra, che dal 1565 istruisce bambini e adolescenti, dai 3 ai 18 anni di età, si trova infatti al centro di un acceso dibattito pubblico per via delle sue ultime “innovazioni” in materia di divisa scolastica. Il sito dell’Osservatorio Gender ci informa dello stato delle cose in Gb.

Il nuovo regolamento gender e l’indifferentismo dei sessi
Oggetto delle discussioni, come riporta il Sunday Times è la decisione del consiglio di amministrazione della scuola di adottare un nuovo regolamento gender-neutral per il quale i bambini e le bambine del celebre college saranno liberi di indossare indifferentemente gonna o pantaloni. La rivoluzione gender non si fermerà però al solo abbigliamento. Le prossime tappe in programma, secondo quanto riportato sempre Times, prevedono infatti l’abbattimento delle distinzioni tra maschi e femmine nella pratica degli sport così come la soppressione dei bagni suddivisi in base al sesso degli alunni.

80 scuole inglesi piegate al Pensiero Unico
La Highgate School non è tuttavia la prima scuola inglese ad introdurre misure gender neutral per i propri alunni. L’istituto riservato alle femmine di St Paul ha infatti già da tempo adottato un protocollo sulla identità di genere che permette alle sue allieve di farsi chiamare con nomi da maschi così come indossare abiti maschili. L’ideologi gender pone anche dei diktat nel lessico. La Girls’ Schools Association l’ente britannico che riunisce tutte le scuole private femminili ha inoltre suggerito ai suoi membri di non utilizzare più la parola “ragazze” ma di rivolgersi alle proprie alunne utilizzando il termine più “inclusivo” di “allieve”. Leggiamo ancora nel sito Osservatorio Gender che sulla stessa linea è anche il prestigioso Brighton College che ha rimpiazzato la propria secolare uniforme scolastica in vigore da ben 170 anni per introdurre la divisa gender neutral. Secondo quanto scrive in conclusione il Sunday Times, l’anno scorso sono state circa 80 le scuole pubbliche che hanno permesso ai propri alunni di indossare abiti del genere opposto. Insomma, la follia è alle porte, le scuole inglesi portano la bandiera di come abdicando al Pensiero Unico si possano avere conseguenze di ogni tipo. Altro che “politiche di genere”.

Rende noto il sistema sanitario inglese (Nhs) che solo nel 2015 1013 minorenni inglesi sono stati sottoposti a terapie per il “disordine di identità di genere”. Trattamenti che vanno dalla consulenza psicologica per la disforia di genere (il desiderio di diventare una persona del sesso opposto) al bombardamento ormonale in vista di un cambiamento chirurgico di sesso.

secolo d’italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *