loading...

PUTIN SHOCK: MI CANDIDO IN ITALIA! RISOLVERO’ TUTTI I PROBLEMI!!!

95874_9418680924_9d7a31fb1a_h

loading...

Non smette di far parlare di sé il presidente russo Vladimir Putin, lasciando, ancora una volta, dichiarazioni incredibili: “Mi candido in Italia. Risolverei tutti i problemi” sono queste le parole che il primo ministro russo ha pronunciato durante una conferenza stampa di stamattina al Cremlino, parole forti che risuonano come un violento monito per i governanti europei, e in particolare per quelli italiani: “Riuscirei sicuramente ad abolire disoccupazione e debiti, punterei con man forte sull’arte di cui l’Italia è ricca, punterei sullo sport, valorizzando quel vivaio di campioni che il Bel Paese possiede eppure troppo spesso, ormai in ombra.

Insomma, come ho fatto con la Russia, farei un lavoro imponente. Molti dicono che l’Italia sia sempre più al collasso e allo sbando, non è affatto vero. Infatti essa gode di immense risorse e proprietà che, se sfruttate adeguatamente, potranno far recuperare alla nazione tutta il lustro perso in questi anni. Vedete, io so cosa significa affrontare problematiche mastodontiche e troppo spesso reputate insormontabili, la Russia, fino a qualche anno fa, era ridotta molto male, oggi è un Paese che risplende di luce propria, perché con le regole e il duro lavoro tutto si risolve facilmente”.

Le parole del presidente hanno scosso gli animi di molti giornalisti, come l’ormai arcinoto Andrea Screzi, che ha detto: “Putin impartisce lezioni ex-cathedra, ma non so quanto conosca la specificità italiana. La Russia, è vero, è riuscito a sistemarla alla buona, ma l’Italia è un paese complesso. Certo, non escluso che una personalità forte e influente come la sua possa fare del bene. Chissà. Se deciderà seriamente di candidarsi per le prossime elezioni politiche vedremo”. E intanto sono molte le persone a sostegno del leader russo. Una forma embrionale di partito putiniano italiano già sta prendendo piede. Forse sarà la volta buona per un radicale cambiamento.

Fonte: Ilfattoquotidaino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *