loading...

Renzi si scaglia contro l’ex presidente del consiglio

gettyimages-618575520

loading...

Il Referendum è ormai alle porte e il premier Renzi continua la sua campagna a favore del “Si” sulle reti nazionali. Ospite di Mentana su La7, l’ex sindaco di Firenze si è ritrovato di fronte un avversario decisamente ostico e datato come l’ex presidente del consiglio Ciriaco De Mita, attualmente sindaco di Nusco.

Il dibattito si accende appena il primo ministro italiano attacca l’ex democristiano di non aver letto accuratamente la riforma. De Mita risponde subito inviperito: “Un parlamento che vota 700 volte vuol dire che chi lo dirige è un incapace”.

A quel punto i toni si inaspriscono e Renzi lo attacca definendo il suo modo di fare politica non conforme alla sua idea. Secondo il premier, infatti, la politica non dovrebbe essere un mestiere e ricorda quando l’ex presidente del consiglio pur di tenere la poltrona in parlamento cambiò il proprio schieramento politico. Il primo cittadino di Nusco non ci sta e replica: “E’ una volgarità che non mi aspettavo da chi in politica le ha inventate tutte.

Tu non hai diritto di parlare di moralità. Io sono nato e morirò democristiano mentre tu non so cosa sei, è scorretto mettere in dubbio la moralità politica. Il risultato è che tu, mettendo due culture nel Pd hai provocato il silenzio. E’ un partito dove nessuno può parlare. Sei irrecuperabile, hai una tale consapevolezza che non vedi limiti alla tua arroganza”.

Un attacco decisamente iniettato di veleno, solo pochi giorni fa proprio De Mita a “L’aria che tira” aveva definito l’ex sindaco di Firenze: “Un uomo che fa politica senza pensiero”. Insomma un vero e proprio scontro trans-generazionale tra il vecchio e il nuovo della politica italiana.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *