loading...

Sotto sfratto a 87 anni: “Fatemi morire a casa mia”

mirella

loading...

Mirella Casanica, classe 1929, è un’abitante storica del rione Testaccio di Roma; tutti la conoscono, tutti la fermano per strada e le vogliono bene. L’87enne insomma è una vera e propria istituzione nel suo quartiere. E per questo motivo la sua storia sta destando così scalpore.

Mirella è sotto sfratto da tempo e ieri è stato l’ultimo accesso dell’ufficiale giudiziario. Questo significa che la signora dovrebbe abbandonare la casa in cui vive il prossimo 27 novembre. Ieri c’è stato un picchetto in sua difesa proprio sotto l’appartamento nel quale è nata e nel quale ha vissuto tutta la sua vita, 75 metri quadri in via Alessandro Volta.

Lo sfratto è arrivato da quando i nuovi proprietari dei cinque appartamenti del palazzo, che hanno acquistato come Srl, hanno deciso di non rinnovare il contratto d’affitto. Il figlio della signora Mirella ha lanciato un appello: “Mamma vuole solo morire a Testaccio, chiede solo che le venga dato un tetto qui, nel suo quartiere, dove è nata e cresciuta. Portarla fuori equivale a trasferirla all’estero. Per quanto sia in salute, non so se potrebbe sopravvivere”.

La donna qui è un’istituzione anche per le battaglia che ha combattuto nell’arco della sua lunga vita. Tante le sue vittorie che hanno reso migliore Testaccio: l’apertura della prima scuola media del quartiere, il miglioramento dei servizi nelle classi delle elementari, la lotta allo spaccio di droga, l’aiuto costante ai vicini in difficoltà. Senza contare che sotto il sindaco Petroselli ottenne la concessione per il centro anziani, ancora esistente, nei locali dell’ex Mattatoio. Insomma una vera e propria combattente che chiede soltanto l’onore delle armi, di poter smettere di combattere e andarsene in santa pace nella sua casa, nel suo quartiere, nella sua vita.

Fonte: direttanews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *