loading...

Una probabilità su sei che il M5S salga al potere

gettyimages-460633926-980x450

loading...

Esiste una possibilità su sei che in Italia il M5S salga al potere. E’ quanto emerge dall’analisi effettuata da Laurence Boone, responsabile della divisione di ricerca di AXA IM, che ha stilato un report sugli interventi delle banche centrali nei paesi avanzati, dedicando un focus anche sull’Italia, in merito ai rischi politici che incombono sul paese.

Secondo Boon, le banche centrali alzeranno gradualmente i tassi. In questo contesto, “gli imminenti avvenimenti politici ( elezioni negli Stati Uniti, negoziati sulla Brexit e referendum in Italia) sono i principali rischi da qui a fine anno”.

“Mentre i sondaggi sembrano sempre più incerti sull’esito del referendum costituzionale promosso da Matteo Renzi, recentemente ha prevalso la logica della politica e il Presidente del Consiglio ha preso le distanze dal risultato. Mossa saggia, dato che la ricapitalizzazione di alcune banche italiane dipende in parte da uno scenario politico stabile e dalla fiducia che l’Italia continui sulla via delle riforme. Stimiamo che la probabilità di un esito sfavorevole a Renzi sia inferiore al 15%: per esito sfavorevole intendiamo una serie di avvenimenti che cominciano con una vittoria dei no, seguita dalle dimissioni di Renzi, dall’incapacità di costituire un nuovo governo, e proseguono con la Corte Costituzionale che convalida l’Italicum (dando una forte maggioranza al partito che vince le elezioni), e nuove votazioni che portino al potere il Movimento 5 Stelle”.

La posizione dell’analista è chiara:

“Una serie di eventi sfortunati che non ci auguriamo. È anche possibile che, in caso di vittoria dei no, Renzi non si dimetta, oppure venga incaricato dal Presidente della Repubblica di formare una nuova coalizione. In tal caso, l’Italia proseguirebbe sulla strada intrapresa, anche se le riforme saranno più difficili da attuare, in un paese con una crescita della produttività assente e un indebitamento elevato. Non può essere una situazione stabile.

http://www.wallstreetitalia.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *