loading...

Venezia, nuova protesta dei clandestini ospiti in hotel: vogliono cibo migliore e libera uscita”

villanovaforru-protesta-immigrati-550x264

loading...

A Malcontenta (Venezia) i migranti sono scesi in strada per protestare contro il cibo fornito dalla cooperativa e dai lucchetti messi alle finestre.

I migranti chiusi nell’hotel dai lucchetti per evitare fughe notturne.

A Malcontenta, nell’hotel Byron che ospita i migranti, la cooperativa Sarha che gestisce l’accoglienza è arrivata ad una decisione piuttosto drastica: finestre bloccate durante la notte e nell’ora pasti. La decisione, ovviamente, ha scatenato la reazione degli immigrati che nei giorni scorsi sono pure scesi in strada per protestare contro la coop e l’Italia.

La protesta dei migranti contro i lucchetti

Una trentina di profughi nella mattinata di lunedì hanno bloccato per alcuni minuti una strada del piccolo paese causando qualche problema alla circolazione. Tra i motivi della mobilitazione, oltre al cibo “scadente” e distribuito ad orari che gli immigrati non apprezzano, ci sarebbe stata proprio la questione dei lucchetti alle finestre. Il presidente della coop Lorenza Chinellato, al Tg Venezia ha detto che la decisione nasce dalla richiesta dei proprietari dell’hotel per via delle continue mancanze dei migranti, che si ostinano a non rispettare gli orari imposti dalle regole. La sera, infatti, la cooperativa fa un appello per controllare chi ancora si trova nella struttura e chi si è attardato è costretto a rimanere fuori. Ma spesso, nonostante le porte venissero chiuse, i migranti erano soliti far entrare i compagni appunto dalle finestre.

I lucchetti durante la giornata vengono tolti e rimontati soltanto durante l’ora pasti per evitare che persone non autorizzate potessero entrare.

Fonte: riscattonazionale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *