loading...

VIDEO FANTASTICO! DI BATTISTA ARRIVA IN PIAZZA.. E LA GENTE FA PARTIRE IL CORO PER DIBBA!

alessandro-di-battista-maria-elena-boschi

loading...

Alessandro Di Battista biografia 2017 del giovane politico del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, dov’è nato, i suoi studi, tutto il suo curriculum, dalle esperienze umanitarie alla politica, fino alle curiosità di questo piccolo grande leader: dal padre Vittorio alla vita privata.

La biografia di Alessandro Di Battista, il politico del Movimento 5 Stelle, comincia a Roma dove nasce il 4 agosto del 1978. I genitori si trasferirono nella Capitale prima della sua nascita ma le sue origini sono del viterbese dato che sia la madre che il padre provengono da Civita Castellana. L’area politica Alessandro Di Battista la può respirare quando è ancora molto piccolo data l’attività del padre Vittorio presso il Comune di Civita Castellana come Consigliere Comunale nel partito MSI (Movimento Sociale Italiano).

Laurea: tuttavia gli interessi dell’adolescente Alessandro sembrano essere ben altri dati gli studi che intraprende: dopo essersi diplomato con voto 46/60 al Liceo Scientifico Farnesina intraprende un percorso artistico iscrivendosi alla Facoltà di Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo (DAMS) presso la terza università romana, Roma 3. L’area universitaria, i problemi di Roma e della Penisola, la crisi politica e sociale che l’Italia attraversa portano il giovane Alessandro Di Battista, dopo essersi laureato al DAMS con il massimo di voti e tanto di lode, a prendere un percorso differente presso l’università La Sapienza di Roma dove consegue un Master di Secondo Livello in Tutela Internazionale dei Diritti Umani.

Gli impegni di natura internazionale non nascondono ad Alessandro Di Battista i disagi che il suo paese vive sotto il punto di vista politico, economico e sociale.

Con la nascita del Movimento 5 Stelle, nel 2005 Amici di Beppe Grillo, all’età di 27 anni Di Battista decide di impegnarsi in prima persona per cambiare le sorti di un’Italia che anno dopo anno affonda in una crisi economica che non trova risoluzioni tra le diverse gestioni di Centrodestra e Centrosinistra.

E se l’intento di Beppe Grillo è quello di risvegliare le coscienze politiche dei cittadini italiani, di sicuro riesce nel suo obiettivo con Alessandro Di Battista che passa i primi anni a collaborare con il Movimento 5 Stelle per poi candidarsi, nel 2008, come Consigliere Comunale nella lista Amici di Beppe Grillo. L’elezione non è un successo per l’ancora troppo giovane realtà politica che cerca di essere il più diretta possibile tramite il web, ma Alessandro Di Battista va avanti con il suo intento diventando portavoce nella Regione Lazio del Movimento 5 Stelle.

Banchetti per le strade, proteste, proposte e lotte propense ad aiutare i più deboli permettono al Movimento 5 Stelle di allargare notevolmente il suo elettorato in un lasso di tempo molto ridotto.

Alessandro Di Battista, che partecipa attivamente e in prima linea, ha modo di mettere in atto le sua notevole esperienza di vita e di consolidare un curriculum politico che si forma giorno dopo giorno con il dialogo diretto verso il popolo.

Tra il 3 e il 6 dicembre 2012 risulta essere tra i preferiti nella circoscrizione Lazio 1 (dove ottiene il quarto posto) in quelle che sono le primarie via web (dal nome Parlamentarie) della realtà politica penta stellare.

Più di due mesi dopo viene eletto alle elezioni politiche del febbraio 2013 alla Camera dei Deputati. Il deputato Alessandro Di Battista si ritrova a cavalcare l’ondata di voti che il Movimento 5 Stelle ottiene rimanendo fedele al programma presentato ai cittadini durante le elezioni politiche, rinunciando a tutti i privilegi politici, restituendo i soldi dei rimborsi elettorali (fu la prima volta nella storia d’Italia) e lavorando come deputato con uno stipendio di 2.500 euro al mese.

Competente e dedito al ruolo che gli elettori gli hanno assegnato, il 7 maggio del 2013 al 2015, è vicepresidente della commissione Affari Esteri e Comunitari.

Da allora il curriculum politico di Alessandro Di Battista è cresciuto lasciando, tuttavia, il giovane politico quello di sempre, vicino alle persone, attento ai più bisognosi e fedele ai suoi elettori.

Il 7 agosto 2016, Alessandro Di Battista, intraprende un tour elettorale in moto per promuovere il no al referendum e riforma costituzionale Renzi-Boschi.

Fonte: italiainmovimento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *